Anne de Carbuccia è un’artista ambientalista e regista franco-americana, che viaggia in tutto il mondo in alcuni dei luoghi più remoti della terra per documentare e preservare la memoria di siti, animali e culture a rischio d’estinzione. Recentemente la rivista InStyle l’ha nominata una delle Top 50 donne toste che stanno cambiando il mondo in meglio. È stata anche relatrice in occasione di importanti eventi in tutto il mondo, tra cui la Conferenza delle Nazioni Unite sugli Oceani 2019.

Il suo film breve One Ocean è stato presentato alla 75ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nel 2018 e ha partecipato ad altri festival cinematografici in giro per il mondo nel 2019. Anne continua ad esplorare il film insieme alla sua fotografia, testi, graffiti art e sculture per raccontare le sue storie e indurre le persone a cambiare i comportamenti che stanno contribuendo all’emergenza climatica e al degrado dell’ambiente. Attualmente sta lavorando al suo film documentario, One Planet One Future, che uscirà alla fine del 2020.

Anne spera che la sua arte possa coinvolgere sempre più generazioni di persone in tutto il mondo e promuovere stili di vita sostenibili. Le sue immagini sono state esposte in musei ed istituti pubblici in Europa e negli Stati Uniti, fra i quali il Museo d’Arte Moderna di Mosca, il Museo Oceanografico di Monaco, la Westbeth Foundation for the Arts di New York e Castel dell’Ovo a Napoli in Italia. Le sue immagini sono anche parte di numerose collezioni private internazionali.

Di recente Anne ha lanciato un progetto di graffiti globale in cui lei insieme ad un gruppo di noti artisti di graffiti stanno creano dei murales basati sui temi chiave del suo progetto artistico nelle città che hanno dichiarato l’emergenza climatica. Ogni murale è diverso a seconda della città e della posizione. Per Anne, i graffiti sono una forma accessibile di arte moderna di grande impatto visivo.

arrow up